La mia classe dove, come e quando voglio


MOTIVAZIONI, CLASSI COINVOLTE:

 

Il progetto di natura didattica e non solo tecnologica, prevede la sperimentazione attiva all’interno di due classi prime (1B e

1D) dell’IC Isera-Rovereto di pratiche didattiche basate su risorse digitali: molte attività e molti compiti proposti avranno

natura digitale, contribuendo in tal modo a definire come “classe virtuale” l’insieme delle risorse e dei processi finalizzati

all’apprendimento che si avvarranno di tali modalità. Si punterà al potenziamento di competenze sia a livello disciplinare che

trasversale, nell’ambito matematico-scientifico-tecnologico e nell’ambito linguistico, tramite le tecnologie,

 

MODALITA’ DI REALIZZAZIONE:

Aspetto centrale del progetto è l’utilizzo di dispositivi mobili personali collegati a internet in grado di interfacciarsi con

l’ambiente virtuale di apprendimento (AVAC) che entreranno nei processi comunicativi e collaborativi tra discenti e docenti,

considerando una formazione di tipo “blended” ovvero una modalità “mista” della proposta didattica in cui parte delle attività

vengono effettuate in presenza e parte a distanza, all’interno di un ambiente virtuale dedicato e personalizzato dove risorse e

processi didattici si avvalgono della digitalità per potenziare e facilitare l’apprendimento oltre che per documentarne i

processi. La “classe virtuale” permette di ricorrere in tempo reale a risorse digitali (documenti, ebooks, mappe geografiche e

concettuali, laboratori virtuali, video, ecc) e partecipare costruttivamente ad attività didattiche in modalità sincrona e asincrona

(wiki, compiti vocali, glossari, podcast, …)


L’implementazione dell’esperienza, come detto, avverrà anche a distanza attraverso le postazioni a casa dove la possibilità di

accedere in ogni momento e in ogni luogo alle risorse e alle attività offerte dall’aula virtuale, permette di azzerare le distanze e

di creare gruppi di lavoro a cui ciascun membro può contribuire con modalità e tempi più flessibili. L’utilizzo in classe

dell’AVAC, inoltre, addestra e rinforza le competenze digitali degli alunni, che poi potranno essere spese a casa.

La didattica digitale offre la possibilità ad insegnanti e studenti di riformulare contenuti, di effettuare aggiunte per adattare il

materiale didattico ai propri scopi, di conservare, ordinare, recuperare i dati.

Gli studenti potranno così disporre di materiale a loro misura che rispetta perfettamente l’impostazione del corso. Queste

risorse in molti casi sono complementari al libero di testo ufficiale e potrebbero, in futuro, soppiantare il libero di testo come

principale risorsa per l’apprendimento degli studenti.

 

 

TEMPI:

Il progetto sarà realizzato nel secondo quadrimestre dell’anno scolastico 2012/2013 e si concluderà con il termine delle lezioni

a giugno 2013.

  

INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA:

 

Ogni studente sarà dotato di un dispositivo mobile connesso a internet del tipo netbook (modello proposto: Netbook ONE

725_4Gb, in grado di operare sia wireless che con cavo di rete) da utilizzarsi esclusivamente in classe. I dispositivi saranno

alloggiati in un carrello appositamente dedicato che custodirà gli strumenti quando non utilizzati e soprattutto che alimenterà

contemporaneamente tutti i dispositivi mobili in modo da avere facilità negli spostamenti e garanzia della carica sempre

piena.

I netbook e i pc collegati alle LIM delle classi in cui verrà realizzata la sperimentazione verranno predisposti con doppia

ripartizione Windows 8 e WiildOS, al fine di permettere ai docenti un avvicinamento morbido al mondo open source, senza

abbandonare da subito strumenti già noti e “rassicuranti”.

 

 

FASI E METODOLOGIE DI REALIZZAZIONE:

 

Il progetto sarà suddiviso in due fasi: una formazione d’aula della durata indicativa di 9 ore (suddivise in tre incontri) cui

parteciperanno i docenti dell’IC Isera-Rovereto coinvolti e che sarà finalizzata principalmente all’acquisizione di competenze

tecniche in merito all’utilizzo della strumentazione tecnologica, ovvero i netpc su cui verrà installato un sistema operativo votato

alla didattica e la piattaforma didattica. La metodologia sarà quella del “learning by doing” improntato sulla generazione di

situazioni didattiche autentiche e significative nell’ambito disciplinare di riferimento.

In una seconda fase avrà luogo il tutoring (per lo più a distanza e solo occasionalmente in classe) da parte degli esperti

tecnologici nei confronti dei docenti partecipanti, in modo tale che ciascuno di essi possa fruire di almeno 5 ore individuali.

Sin dall’inizio del progetto verrà promossa la Comunità di pratica e l’attività in forma di Ricerca-Azione al fine di introdurre

modifiche nella propria progettazione mano a mano che si procede nel lavoro, ponendo forte attenzione ai processi e al lavoro

collaborativo. Perché possa essere validamente realizzata verrà sottoscritto dai docenti un patto formativo dove dichiareranno

la disponibilità a lavorare in classe utilizzando le TIC, l’impegno a frequentare attivamente la formazione dedicata e a

concretizzare quanto appreso nella propria didattica.

  

  OBIETTIVI:

 

Gli obiettivi del progetto sono concentrati nella progettazione di innovative pratiche didattiche mediate dalle nuove tecnologie.


Gli obiettivi educativi dell’azione progettuale saranno:

  • dare valore al processo logico e non al prodotto: la sperimentazione e il lavoro di gruppo diventano momenti d’incontro 

    per l’elaborazione di idee e la formulazione di ipotesi;

  • stimolare la collaborazione e la condivisione nel lavoro di gruppo;

  • stimolare la motivazione ad apprendere e la partecipazione attiva;

  • sviluppare la fiducia nella possibilità di utilizzare personalmente le conoscenze acquisite per scoprire nuovi risultati 

    (incoraggiare approfondimenti personali);

  • favorire le connessioni tra le diverse discipline e la relazione tra esse e le esperienze di vita reale per aiutare lo studente 

    a scegliere, orientarsi, sempre in un contesto di confronto con gli altri e quindi di sviluppo di relazione volto alla 

    progettualità e all’operatività

 

 

ATTIVITA’:

 

Alcune tra le attività previste:

  • uso di materiale didattico su internet

  • uso di programmi didattici (preferibilmente open source)

  • costruzione di mappe concettuali e mentali

  • esercitazioni e verifiche on-line

  • elaborazione di un e-book

  • utilizzo di applets interattivi contenenti simulazioni, dimostrazioni o applicazioni dell'argomento trattato.

 

Attività di formazione per i docenti coinvolti nella sperimentazione: 9 ore di formazione d’aula collegiale e 10 ore di formazione a distanza (v. sezione “Fasi e metodologie di realizzazione”).

 

ULTERIORI ELEMENTI CARATTERIZZANTI IL PROGETTO:

 

  1. NOMINATIVI DEI DOCENTI PARTECIPANTI AL PROGETTO, CERTIFICAZIONI CONSEGUITE E CORSI 

    AGGIORNAMENTO IN AMBITO TIC

 

Nella tabella che segue è riportato l’elenco dei docenti partecipanti al progetto, la dichiarazione da parte degli stessi di

eventuali certificazioni conseguite di carattere pedagogico/didattico nell’uso delle TIC e di alfabetizzazione digitale e dei corsi

di aggiornamento in ambito TIC cui hanno partecipato.

 

Nome e cognome

Disciplina di insegnamento

Certificazioni conseguite in ambito pedagogico/didattico nell’uso delle TIC

Partecipazione a corsi di aggiornamento in materia di TIC

  1. Bertolini Veronica

Matematica-scienze

ECDL

 

  1. Braccini Carla

Ed. musicale

 

 

  1. Carpita Marco

Ed. musicale

 

 

  1. Chianello Sandra

Lingua tedesca

 

Corso LIM (Almacrea)

  1. Consolati Annamalia

Lingua inglese

 

 

  1. Donati Stefania

Lettere-storia-geografia

 

 

  1. Patrizia Filagrana

Matematica-scienze

ECDL start

- DIDAPAT (2006/2008).

- “Il Centro tra le nuvole” (2012 Centro formazione insegnanti di Rovereto).

- Vari corsi sull’utilizzo della LIM (2011 CFIRovereto)

- “I cleen, quando imparare è condividere” (2010 MTSN)

- “Google Earth anch’io” (2010 MTSN)

  1. Martini Ornella

Sostegno

 

- Utilizzo della LIM e dell’AVAC

- Le TIC applicate ai disturbi di apprendimento

  1. Giordani Serena

Lettere-storia-geografia

 

 

  1. Pozzer Ruggero

Ed motoria

 

 

  1. Sicilia Giuseppina

Lettere-storia-geografia

ECDL

Utilizzo della LIM

  1. Vasques Tanino

Ed motoria

 

 

  1. Zorer Corrado

Tecnologia

 

 

 

 

2. PROGRAMMAZIONE DI AZIONI DI DIVULGAZIONE DELL’ESPERIENZA:

 

La divulgazione dell’esperienza avverrà in prima battuta all’interno dell’IC Isera-Rovereto e in seguito si prevede di allargare la

condivisione ad altre realtà scolastiche anche attraverso l’utilizzo di ambienti virtuali dedicati come eTwinningla comunità delle

scuole europee, piattaforma gratuita per gli insegnanti, per lo scambio di idee e di progetti collaborativi.

 

3. PRESENZA NEL SISTEMA INFORMATIVO DELLA SCUOLA DI AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO A SUPPORTO DEL

     PROGETTO PRESENTATO:

 

Nell’IC Isera-Rovereto è attiva una piattaforma di e-learning: www.classenuova.net/isera attualmente è utilizzata da alcuni docenti.

 

4. UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE E CREAZIONE DI CONTENUTI DIGITALI RILASCIATI CON LICENZA DI TIPO CCPL:

 

Anche alla luce della recente legge provinciale “Norme in materia dell’adozione dell’Open Source” del 17 luglio 2012, sui netbook in

uso agli studenti e sui pc nelle aule collegati alle LIM, sarà installato oltre al sistema operativo Windows 8 anche il sistema operativo

WiildOS, un nuovo sistema operativo modulare, semplice, completo, libero, open source e gratuito (http://wiildos.wikispaces.com).

 

Il sistema comprende applicazioni open source che permettono di accedere a portali in rete per condividere, progettare, scegliere,

gestire ed ampliare risorse ed attività utili all'apprendimento tramite l'utilizzo del computer e della LIM.

Tra i software open source che saranno utilizzati si citano:

GeoGebra: software per l’insegnamento e l’apprendimento dell’algebra e della geometria;

Cmap: software per la creazione di mappe concettuali condivisibili;

VUE: software per la creazione di mappe mentali condivisibili;

Calibre: software per la creazione, la conservazione e la catalogazione di e-book)

Libreoffice: (suite che offre sei applicazioni ricche di funzionalità per tutte le necessità di produzione di documenti ed elaborazione

 

                      dati;

Audacity: permette la registrazione, la riproduzione, la modifica e il mixaggio di un file audio.

 

 

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per assicurare la corretta operatività ed offrire le migliore esperienza di navigazione possibile.